Riccardo Barberi

@ Università della Calabria

Riccardo Cristoforo Barberi, è Professore Ordinario di Fisica Applicata (FIS07) e Direttore del Dipartimento di Fisica dell’Università della Calabria. Dopo essersi laureato in Fisica presso l’Università della Calabria nel 1983, con una tesi sperimentale nel campo della Soft Matter e con votazione 110/110 e lode, è stato Visiting Researcher nel 1985, 1987 e 1988-1990 presso il Laboratoire de Physique des Solides, Università di Parigi XI, Orsay, Francia; Visiting Professor nel 2004 presso le Università di Parigi VI e Parigi VII. E’ stato Ricercatore presso l’ENEA dal 1985 al 1987 ed ha quindi operato prima come Ricercatore Universitario presso l’Università di Reggio Calabria dal 1987 al 2000 e poi come Professore Associato di Fisica Applicata dal 2000 al 2006 presso l’Università della Calabria, oltre ad aver lungamente collaborato alle attività dell’Istituto Nazionale di fisica della Materia – INFM, ora confluito nel CNR. Nel maggio 1996 ha ricevuto la Qualificazione alla funzione di professore universitario, sezione Materia Condensata, del Ministero dell’Educazione Nazionale, dell’Insegnamento Superiore e della Ricerca Francese. L’Università di Bucarest (Romania) gli ha inoltre conferito il titolo di “Professore Honoris Causa” della Facoltà di Fisica. In precedenza è stato membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana Cristalli Liquidi (ex GNCL) dal 1993 al 1998 e membro della Giunta della Sezione C dell’Istituto Nazionale di Fisica della Materia dal 1998 al 2000. Oggi partecipa alle attività organizzative e scientifiche del Laboratorio IPCF all’interno del Dipartimento di Dispositivi e Materiali del CNR. E’ un fisico sperimentale attivo come ricercatore nel campo della Scienza e Tecnologia dei Materiali, con particolare riferimento all’elettro-ottica dei materiali liquido-cristallini, alla nanoscienza della “Soft Matter”, alle tecnologie avanzate nel campo delle energie rinnovabili. E’ autore di 154 pubblicazioni scientifiche su riviste scientifiche internazionali censite ISI e di 15 brevetti. Il fattore h relativo alla produzione scientifica è 22 e i suoi lavori hanno ricevuto complessivamente più di 1900 citazioni, di cui oltre 300 solo nell’ultimo biennio (http://scholar.google.it/citations?user=0RDlMFwAAAAJ&hl=it&oi=ao). Esercita regolarmente l’attività di referee per le migliori riviste internazionali di fisica (Nature, Phys. Rev. Lett., Phys. Rev. E, Appl. Phys. Lett., JOP, MCLC, etc.). Ha partecipato come coordinatore o responsabile di unità di ricerca a sei progetti di ricerca europei nel campo della fisica della soft matter ed a a 2 progetti PRIN, ha organizzato 3 congressi nazionali e 3 scuole internazionali nel campo della fisica-chimica e della tecnologia della soft matter. I risultati principali della sua attività di ricerca sono legati alla scienza dei materiali e partono dallo sviluppo di aspetti fondamenti della ricerca di base per verificare poi la possibilità di ricadute applicative delle nuove conoscenze acquisite. E’ il caso, per esempio, dell’attività di ricerca nel campo dei materiali nematici, che ha permesso di sviluppare nuove tecniche alla base di display a cristalli liquidi innovativi, ma ha anche introdotto il concetto di “ricostruzione d’ordine”, ora alla base di effetti eletro-ottici che sfruttano la possibilità di variazioni topologiche delle tessiture liquido-cristalline. Recentemente ha cominciato ad occuparsi di problematiche di ricerca legate all’energia. E’ inoltre esperto di Trasferimento Tecnologico dal sistema della ricerca pubblica alle imprese. Ha ricoperto, in questo campo, dal 2004 al 2011, la funzione di Delegato del Rettore per il Trasferimento Tecnologico e dal 2008 al 2011 anche per la Ricerca dell’Università della Calabria, oltre ad essere il Coordinatore Scientifico dell’Ufficio di Trasferimento Tecnologico dello stesso Ateneo, Il Liaison Office. Dal 2012 è Delegato del Rettore per i rapporti con le imprese e l’incubazione d’impresa. In questo campo appare tra i co-fondatori del Network Italiano per la Valorizzazione della Ricerca, NetVal, associazione di Università Italiane che operano nel campo del Trasferimento Tecnologico. Ha inoltre recentemente coordinato un progetto europeo nel campo dell’utilizzo della Proprietà Intellettuale nel campo della ricerca pubblica e diversi progetti nazionali con riferimento a tematiche di Trasferimento Tecnologico. Tra le ultime attività nel campo del Trasferimento Tecnologico è da citare la Direzione del Progetto CRESCITA, finalizzato all’avvio di un incubatore di imprese hi-tech nel campus dell’Università della Calabria, incubatore che è stato avviato all’inizio del 2011, ospita già 16 imprese, di cui alcune già finanziate da fondi di rischio con partecipazioni in equity per oltre 5 milioni di Euro. Attualmente è anche: – Membro del Senato Accademico dell’Università della Calabria. – Presidente della Commissione Brevetti e Spin-Off dell’Università della Calabria. – membro del Comitato Scientifico e di Direzione del Centro di Eccellenza MiUR Cemif.Cal, “Preparazione e trattamento di materiali a struttura organizzata su scala nanometrica per applicazioni in fotonica, in optoelettronica, in trasformazioni e separazioni”, presso i Dipartimenti di Fisica e di Chimica l’Università della Calabria. – membro del Consiglio Direttivo dell’associazione Netval, Network Italiano per la Valorizzazione della Ricerca, – membro del Consiglio di Amministrazione di CalPark, il Parco Scientifico e Tecnologico della Calabria e Amministratore Delegato per la Progettazione. – membro del CTS del Progetto ILO2 “Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca” dell’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione della Regione Puglia Principali progetti di ricerca in cui ha avuto responsabilità di coordinamento: 93-97 – “Liquid Crystals: Macroscopic Properties”, TMR Network ERBCHRXCT930119 94-97 – “Surface treatments and synthesis of new mesomorphic materials for surface bistable nematic displays”, Brite EuRam BRE2-CT94-0614. 97-98 – “Surface effects for bistable nematic displays”, ESPRIT EP25187 97-00 – “Novel techniques and models for the surface treatment of liquid crystals with optical applications”, Copernicus IC15-CT96-0744 98-00 – “Surface and Interface of Liquid Crystals”, Brite EuRam Network ERBFMRX-CT98- 0209 99-02 – Scientific Responsible of the Liquid Crystal Prototypes Laboratory of the Scientific and Technological Park of Calabria (CalPark) 04-05 – PRIN “Ricostruzione d’ordine in nematici e substrati nanostrutturati “ 06-07 – Azioni Integrate Italia-Spagna, Coordinatore del programma “Wide range tunable UVVis cholesteric liquid crystal micro-laser” 10-12 – PRIN “Auto-assemblaggio e proprieta di superficie di materiali cromonici “ 13-14 – PRIN “Building with DNA bricks: A combined experimental, numerical and theoretical study” Principali progetti nel campo del trasferimento tecnologico: Project UNIVERSITAS (D.M. 5 agosto 2004, MIUR), program for the networking of italin university TTOs; Project CRESCITA (D.M. 27 January 2005 MSE, exMAP), program for the launch of a start-up incubator in Calabria. The incubator is operative since the end of 2009, with 16 start-up companies; Project ORACOLO2 (Avviso n. 2269/2005, PON 2000-2006), program for innovative actions and business acceleration in Universities; Project BUSSOLA (Avviso n. 2269/2005, PON 2000-2006), valorization of human capital and implementation of a database of university researches for its impact evaluation; Programme FIxO Action 3 – Action 4 (Italia Lavoro – MLPS), job placement in innovative fields for graduate and Ph.D students; Q.lime, Quality in Licensing and IPR Management Education, European Union’s “Leonardo Da Vinci” Programme, Contract n. 2005 I/05/B/F/PP.154190, program for intellectual property management in Europe; Start Cup Calabria 2009/2010/2011/2012/2013 (regional business competitions in connection with PNI, the Italian National Prize for Innovation). E’ stato valutatore di progetti di ricerca fondamentale e applicata per – la Commissione Europea: FP7-SME-2007-2, Progetti di Ricerca industriale – la Swiss National Science Foundation: Swiss National Research Program 2003, Leader auditor per progetti universitari di ricerca applicata – la US National Science Foundation, 2008, progetti universitari di ricerca applicata – per il MIUR: valutazione progetti PRIN 2009, FIRB 2010 “Futuro in Ricerca” e PRIN 2012